Ospedale dell’Elba, lettera al Presidente Rossi

Caro Presidente,

sono stato raggiunto a Bruxelles da un accorato appello di cittadini dell’Isola d’Elba, fortemente preoccupati delle sorte dell’ospedale di Portoferraio.

La sanità in Toscana ha raggiunto punte di eccellenza e i suoi standard qualititativi costituiscono un modello per l’intero paese. A questi risultati ha contribuito in maniera determinante, come da tutti riconosciuto, la tua determinazione, il tuo lavoro, prima di Assessore alla sanità e, adesso, di Presidente della Regione.

Non sfugge, d’altra parte, a nessuno la necessità di riconsiderare complessivamente, in questi tempi difficili di crisi economica e di tagli alla spesa pubblica, l’allocazione delle risorse e la rimodulazione dei servizi. Le scelte che incombono, credo urgenza, sono insidiose e forse, in qualche caso, anche dolorose.

Sono altresì fiducioso, nella specifica situazione, che la consapevolezza della pecularietà dell’Elba, conduca ad una attenta e misurata valutzione delle misure da adottare e che, con la imprenscindibile partecipazione e collaborazione degli enti locali dell’isola, si possa giungere ad una ragionevole conclusione, rispettosa delle esigenze e delle aspettative delle popolazioni elbane.

Nel ringraziarti per l’attenzione, ti porgo i miei saluti e i migliori auguri di buon lavoro.

Leonardo Domenici